AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO IN SERVIZIO, DOPO UN INSEGUIMENTO, FA FUOCO CON LA PISTOLA ED UCCIDE UN FUGGITIVO SUDAMERICANO

Milano, 13 Febbraio 2012 : Secondo Le prime ricostruzioni Ufficiali del Comando di Polizia Locale di Milano, intorno alle 14.30 due agenti del Comando di Polizia Locale sarebbero intervenuti per una rissa tra sudamericani nel quartiere Crescenzago a Milano. Due sudamericani a bordo di un’auto sono stati intercettati dagli stessi Agenti mentre percorrevano via Crescenzago, contromano e a forte velocità. Gli Agenti, allora, hanno intimato l’alt, ma i due sono fuggiti. Ne è nato un inseguimento in auto, che è terminato all’ingresso  del Parco Lambro. I due inseguiti hanno abbandonato la vettura, continuando la fuga a piedi. Uno dei due, vistosi braccato dagli agenti, secondo la primissima ricostruzione ufficiale, avrebbe puntato una pistola contro un agente, il quale a questo punto avrebbe sparato un colpo, colpendo mortalmente però l’altro sudamericano, risultato essere un uomo cileno di 29 anni. L’Agente di Polizia Locale ce ha fatto fuoco, che in un primo momento risultava indagato per “eccesso colposo in legittima difesa”, risulterebbe ora essere sospettato, dalla Procura, di “omicidio volontario”.  E’ quanto ha fatto trapelare la stessa Procura di Milano, al termine dell’interrogatorio dell’Agente durato fino a tarda notte. Secondo le indiscrezioni uscite dalla Procura a pesare sul cambio di imputazione sarebbero state anche le testimonianze dei colleghi dell’Agente. Nei confronti dell’Agente non sono ancora state però emesse misure cautelari. Per far luce sulla dinamica dell’omicidio si attendono i riscontri tecnici sui fori di entrate e di uscita dal corpo della vittima ed i risultati dell’autospia.

L’attuale giunta sta facendo di tutto per indebolire la Polizia locale, proponendo i vigili come operatori sociali e questo può creare uno stato di incertezza e di crisi d’identità che, nel momento della prova, rischia di portare a reazioni imprevedibili. La Polizia locale deve essere mirata, organizzata e supportata perché protegga la sicurezza dei cittadini. Bisogna piuttosto investire in mezzi, aumentare la presenza sul territorio dei vigili e fornire loro adeguata preparazione”, ha dichiarato il vice presidente della commissione antimafia al Consiglio Comunale e Presidente dell’Associazione Poliziotti Italiani, Carmine Abagnale, commentando l’accaduto.

Questa Associazione confida nel più celere e preciso accertamento dei fatti, onde poter tutelare la sicurezza e la giustizia di tutti i cittadini e delle Forze dell’Ordine, impegnate sempre in prima linea. Massima solidarietà al Comando di Polizia Locale di Milano ed ai familiari della vittima.

Stefano Memoli – Pres. Prov. A.P.I.

1 comment for “AGENTE DELLA POLIZIA LOCALE DI MILANO IN SERVIZIO, DOPO UN INSEGUIMENTO, FA FUOCO CON LA PISTOLA ED UCCIDE UN FUGGITIVO SUDAMERICANO

  1. concy
    15 febbraio 2012 at 23:06

    beh solidarieta’ ai familiari della vittima?? io proporrei solidarieta’ all’agente che nell’espletare la sua funzione ha commesso un reato ….. ma se l’agente fosse stato ucciso?? io credo che questi delinquenti stranieri vanno stroncati …… e non osannati … se scappavano c’era un motivo altrimenti si sarebbero fermati e fatti identificare ………. è ora di smetterla di continuare a dire poverini a questa gentaglia ……… io proporrei una sommossa nazionale se la procura di milano condanna l’agente come “omicidio volontario”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.